• Applitenda

La Storia delle Tende da Sole a Verona



Le tende da sole, diversamente da quello che si potrebbe pensare, sono cambiate poco nel corso della storia.

Le registrazioni risalenti all'antico Egitto e alla Siria prendono atto di stuoie tessute a mano, che ombreggiavano bancarelle e abitazioni. Nell'Impero Romano, grandi tende da sole a scomparsa avvolgevano le aree salotto di anfiteatri e stadi, tra cui ad esempio il Colosseo. Il poeta romano Lucrezio, nel 50 a.C., paragonò il tuono al suono che "un tendone di lino, allungato, emette a volte, un fragore crepitante, quando è molto battuto su travi e traversi."

Nei successivi due millenni le tende da sole sono comparse e si sono diffuse in tutto il mondo, mentre la tecnologia utilizzata nella loro costruzione ha subito una lenta evoluzione. Le tende da sole dell'inizio del XIX secolo presentavano rivestimenti in tela tesa tra la facciata dell'edificio e le barre anteriori di supporto. I profili terminali non erano comuni, lo sono diventati più tardi con la fine del secolo.

Le Tende da sole nel XIX° secolo Quando le tende da sole cominciarono a comparire comunemente sulle vetrine - durante la prima metà del 19 ° secolo - erano semplici, spesso improvvisate ed estremamente basilari. La struttura di base era costituita da montanti in legno o ghisa disposti lungo il bordo del marciapiede e collegati da una traversa anteriore. Per dare supporto alle installazioni più grandi, le travi ad angolo collegavano la traversa anteriore alla facciata dell'edificio. L'estremità superiore della tela era collegata alla facciata con chiodi, con occhielli e ganci, o allacciando la tela a una benda imbullonata alla facciata. L'altra estremità (sporgente) della tela era drappeggiata, o allacciata a una barra frontale con il bordo spesso pendente, per formare una mantovana. Le aste di metallo potevano essere adornate con della filigrana e le parti superiori decorate a punta di lancia, sfere o altre forme decorative.

Nei giorni nuvolosi o quando minacciava pioggia, il rivestimento era spesso arrotolato contro la facciata dell'edificio; durante i mesi invernali una corretta manutenzione richiedeva la rimozione e lo stoccaggio delle tende da sole. Le fotografie della metà del 1800 mostrano spesso la struttura nuda, suggerendo che la copertura veniva stesa solo quando necessario. La tela era il tessuto predominante delle tende da sole. Il tessuto di cotone resistente fu utilizzato per secoli per costruire tende e vele: la tela è un materiale versatile con una durata di vita relativamente breve compensata dal suo basso costo.

Durante la seconda metà del 19 ° secolo, il tubo idraulico in ferro è diventato un materiale popolare per telai a tenda fissa. Le tende sono diventate una caratteristica comune a molti edifici, negli anni del dopo guerra.

Il tubo idraulico in ferro, che è stato rapidamente adattato per i telai delle tende da sole, è diventato molto facile da trovare ed abbordabile economicamente, come risultato dell'industrializzazione di metà secolo. Nella seconda metà del 19 ° secolo, le tende crebbero in popolarità.

In precedenza, la maggior parte delle tende aveva dei telai fissi: l’unico modo per ritrarre il rivestimento era di arrotolare le travi a mano. I sistemi meccanici per le tende da sole per vetrine e finestre, avevano bracci ad estensione che erano incernierati nei punti in cui si univano alla facciata. Le braccia venivano allungate o ritratte utilizzando semplici sistemi a corda. Poiché la tela restava attaccata al telaio, le tende retrattili consentivano un approccio più flessibile all'ombreggiatura: i negozianti ed i proprietari potevano adeguare in modo incrementale la quantità di ombreggiatura della tenda a seconda delle condizioni meteorologiche.

Quando il sole usciva da dietro le nuvole, la tenda da sole poteva essere dispiegata con facilità. In caso di temporali improvvisi, i proprietari potevano rapidamente ritrarre la tenda contro il muro dell'edificio dove era protetta dalle raffiche di vento.

#tendedasoleverona

Siamo aperti dal Lunedì al Venerdì

dalle 9.00-12.30 e dalle 14.00-18.30

E' OPERATIVO IL NUOVO NUMERO DI TELEFONO: 045.5706655

           

© 2020 by Applitenda

Applitenda di Bortignon s.&m. snc, Viale delle Nazioni, 2/a - 37135 - Verona (VR) - T  045.5706655  - info@applitenda.itapplitenda@legalmail.it  - P.I. 03002030231 Informativa Privacy&Cookie Law